Il mio utente non è più amministratore

Succede a volte che l'unico utente amministratore del sistema non sia più in grado di svolgere compiti amministrativi.

Alcune operazioni danno l'output Accesso negato oppure la richiesta dello UAC (User Access Control) non permette di fornire una password e non lascia altre opzioni praticabili.

Questo determina una cattiva fruizione del sistema ed è spesso determinato dalla corruzione dell'utente.

La buona notizia è che, in questi casi Windows 10 abilita l'account nascosto Administrator se si riavvia il sistema in modalità provvisoria:
https://windows.microsoft.com/it-it/windows-10/start-your-pc-in-safe-mode

La prima cosa da fare è accertarsi se il proprio utente faccia parte o meno del gruppo Administrators.

Cliccare su Start e digitare cmd
Aprire il Prompt e digitare:

net localgroup administrators

Dall'output del comando si può rilevare se il nostro utente fa parte del gruppo.

Se l'utente non è effettivamente un amministratore, è possibile riavviare in modalità provvisoria, accedere con Administrator e guadagnare di nuovo le credenziali amministrative.

Per prima cosa si dovrà creare un nuovo utente amministratore, nel caso in cui il nostro utente originale fosse corrotto:
https://answers.microsoft.com/it-it/windows/forum/windows_10-security-winpc/creare-un-nuovo-utente-in-windows-10/0a6ce75e-322c-4693-ba29-7deecf7691c7

Successivamente si proverà a cambiare tipo account al nostro utente originale:
Pannello di controllo

Account utente

Gestisci un altro account

Selezionare l'utente

Cambia tipo account

Scegliere Administrator

Al prossimo riavvio in modalità normale si avranno due utenti amministratori ai quali potremo accedere.

Se l'operazione avrà successo, consiglio comunque di mantenere l'utente creato poco prima, al quale avrete assegnato una password custodita in modo sicuro, per evitare che la situazione originale si ripeta.

Qualora invece l'utente si rivelasse corrotto e non funzionale, bisognerà trasferire i dati essenziali dal vecchio utente al nuovo.

Con Esplora file si aprirà la cartella C:\Utenti\vecchioutente\Desktop copiandone il contenuto nella corrispondente cartella del nuovo utente e ripetendo il procedimento per le sottocartelle Documenti, Immagini, Musica, Download, Contatti, Onedrive, Preferiti.

Consiglio anche qui di creare un ulteriore utente amministratore di riserva.

A questo punto potremo eliminare l'utente corrotto ed eventualmente collegare il nuovo utente al nostro Account Microsoft.

Se invece il nostro utente fa parte del gruppo Administrators, la procedura non funzionerà e non vedremo Administrator nella schermata di avvio, ma si potrà ugualmente uscire dall'impasse trasformando il nostro utente in Standard:
Pannello di controllo

Account utente
Modifica tipo di account

Scegliere Standard

(incredibilmente il sistema non si opporrà a questa modifica)

Ora si potranno seguire i passi sopraelencati, rammentando che l'utente originale è certamente corrotto ed andrà sostituito.

Attenzione!

Se abbiamo abilitato l'accesso automatico del nostro utente, senza digitare password, bisognerà eliminarlo in quanto questo impedirà di raggiungere la schermata di avvio con l'account Administrator.

Win+R e digitare

netplwiz

Mettere la spunta a Per utilizzare questo computer è necessario che l'utente immetta il nome e la password

Confermare

Questo è un articolo non una discussione.
Ogni commento è ben accetto, ma le domande vanno poste nella sezione appropriata della Community

Questo articolo è stato utile?

Siamo spiacenti che questo non sia stato d'aiuto.

Ottimo. Grazie per il tuo feedback.

Quanto sei soddisfatto di questo articolo?

Grazie per il feedback, ci aiuta a migliorare il sito.

Quanto sei soddisfatto di questo articolo?

Grazie per il tuo feedback.

 

Informazioni articolo del forum


Ultimo aggiornamento 28 luglio 2021 6.187 visualizzazioni Si applica a: