Giocava con l'xbox 12 ore al giorno,morto di trombosi...

Londra - Si può morire per un videogame? Sì se si passano 12 ore consecutive con un joystick in mano. Ed è proprio quello che è successo al game addicted inglese Chris Staniforth, 20 anni, morto per una trombosi venosa, causata dallo star seduto per ore nella stessa posizione, come riporta il tabloid Sun.

Sconcertato il padre, David: "Ha vissuto per la sua Xbox non ho mai pensato fosse in pericolo. Da genitore pensi che giocare ai videogames non possa fare alcun male ai propri figli perché sai che cosa stanno facendo. E invece i ragazzi che in tutto il paese giocano per per lunghi periodi non si rendono conto che potrebbero morire".

Chris - che passava anche 12 ore consecutive giocando ad Halo, un gioco del tipo sparatutto - si è accasciato pochi secondi dopo aver detto a un amico di avere uno strano dolore al petto. I due stavano chiacchierando fuori dall'ufficio di collocamento dove il ragazzo aveva appena avuto un colloquio. "Chris disse al suo amico di essere stato svegliato durante la notte da una strana sensazione al petto", racconta il padre, "Ha detto che la sua frequenza cardiaca si era incredibilmente abbassata, ma è tornata alla normalità e lui si addormentò di nuovo. Subito dopo si è sentito male".

David Staniforth ora ha lanciato una campagna di sensibilizzazione sui rischi dei videogame: "I giochi sono divertenti e una volta che hai iniziato a giocare è difficile smettere. Negli anni Chris ha diverse console, dalla Playstation alla Xbox. Non è colpa dei produttori se le persone le usano per tanto tempo, ma voglio mettere in evidenza i pericoli che possono sorgere".

Chris era destinato ad avere una carriera nel campo dei computer: gli era stato recentemente offerto un posto alla Leicester University per studiare Game Design.

-->
 

Discussion Info


Last updated July 4, 2018 Views 6 Applies to:

* Please try a lower page number.

* Please enter only numbers.

* Please try a lower page number.

* Please enter only numbers.

purtroppo sono fatalita' che succedono,magari dovute anche ad altre cose tipo alimentazione etc..,la cosa assurda e' che in Italia ci si interroga proprio in questi giorni,per altri motivi(caso Norvegia)sulla pericolosita' dei videogames,e la cosa purtroppo mi fa venire un sorriso amaro,perche' in Italia muoiono piu' di mille persone all'anno sul lavoro,sul lavoro per portare a casa la pagnotta e i nostri luminari si interrogano sulla pericolosita' dei videogames robe da matti per non diventare volgari.E questo caso potrebbe alimentare l'attenzione sulla pericolosita' di un hobby-passatempo perche' ci sono due o tre casi dove c'e' qualcuno che purtroppo muore o perche' perde la testa? piu' di 1000 contro 3/4 o 5

sono daccordo con te.

...non aveva kinect.

C:/>

Queste cose dimostrano come siamo messi bene nel mondo! Una volta si giocava all'oratorio e si beccavano le pollastrelle....ora ORE ORE ORE di VITA SOCIALE ZERO

Anch'io gioco molte ore, ma faccio anche attività fisica....

Quoto, anche io gioco molto con l'xbox oppure a poker sul computer ma faccio sport e ho una dieta vegetariana che non mi fa' ingrassare, se poi si aggiunge l'attività fisica amorosa. :P

[quote user="CaneCattivo91"]

Quoto, anche io gioco molto con l'xbox oppure a poker sul computer ma faccio sport e ho una dieta vegetariana che non mi fa' ingrassare, se poi si aggiunge l'attività fisica amorosa. :P

[/quote]

A me manca l'ultima parte.....

la trombosi poi...ma che è???

Cerca su wikipedia

[quote user="GIANMARIA"]

Cerca su wikipedia

[/quote]che cattivone...

 

* Please try a lower page number.

* Please enter only numbers.

* Please try a lower page number.

* Please enter only numbers.